15 luglio 2017

Recensione: Il bacio d'acciaio di Jeffery Deaver


Buongiorno readers! Ultimamente sono talmente stanca da non riuscire a leggere ma per due challenge sono riuscita ad unire in un unico libro due obiettivi e sono super contenta.

Amelia Sachs è sulle tracce di un killer. Lo ha individuato, anche se ancora non ne conosce l'identità, e lo sta cercando in un affollato centro commerciale di Brooklyn. Pochi, pochissimi istanti prima che la detective entri in azione, però, accade qualcosa: il pannello di una delle scale mobili cede improvvisamente, un uomo cade tra gli ingranaggi e muore stritolato dai denti metallici. Mentre Sachs si precipita in aiuto della vittima, il killer riesce a fuggire. Si è trattato davvero di una fatalità? Lincoln Rhyme, dimessosi dopo una missione andata storta, torna al lavoro nel tentativo di aiutare la famiglia della vittima a ottenere un risarcimento. Le indagini confluiranno però in un unico caso: un killer sabota i dispositivi di controllo di macchinari industriali ed elettrodomestici di uso comune, trasformandoli in armi letali. Come prevedere le prossime mosse dell'assassino? Mentre la conta delle vittime minaccia di aumentare, Sachs e Rhyme devono correre contro il tempo per svelare l'identità dell'uomo e scoprire quale sia il suo obiettivo ultimo. A coadiuvare la coppia di detective c'è anche Juliette Archer, affascinante tirocinante del celebre criminologo, come lui costretta su una sedia a rotelle. Con le sue intuizioni Juliette offrirà un contributo decisivo alla soluzione del caso. 

Titolo: Il bacio d'acciaio
Serie: Lincoln Rhyme #12
Autore: Jeffery Deaver
Editore: Rizzoli
Genere: Thriller
Pagine: 559 
Data di uscita: 2016
 Luogo:
Brooklyn 


 Sono totalmente fuori dal mio angolo letterario, dai romance e urban fantasy ultimamente sono passata ad altro ma non sono pazza. Sono semplicemente sotto challenge e mi attengo agli obiettivi anche se ci sono dei giorni che sono davvero in crisi per le letture perchè sono letture che non farei mai e poi mai ma è proprio questo il bello di mettersi in gioco.

Questo libro è il dodicesimo di una serie che vede per protagonista questo duo unico, la detective Sachs e il criminologo Rhyme con la sua nuova tirocinante Archer. Ovviamente io non lo sapevo, ho leggiucchiato la trama e sono partita. Di certo non potevo recuperare undici libri prima di leggere questo. Si può leggere anche da solo, visto che ogni libro è dedicato a un indagine certamente si perdono i fili e non si capiscono bene i legami tra i vari personaggi e le loro relazioni.

La detective rossa Sachs sta passeggiando per Brooklyn quando trova un sospettato di omicidio e inseguendolo arriva fin dentro al centro commerciale. Mentre è sul posto che chiede i rinforzi viene distratta da un uomo che cade sulle scale mobili e finisce tritato dagli ingranaggio (non le prenderò mai più). La detective manda a monte giorni di pedinamenti e cerca di aiutare il poveretto perdendo il suo omicida. Rhyme ritorna sulle scene e cerca di aiutare la famiglia di questo povero uomo a ottenere un risarcimento mentre la detective ritorna al suo lavoro. Ben presto però i due si ritroveranno a collaborare ancora una volta perchè i due casi potrebbero essere infatti collegati. C'è un serial killer che uccide la gente manomettendo la tecnologia di uso quotidiano o macchine industriali.
Ci sono poi personaggi che rientrano in gioco come Nick Carelli, ex fidanzato della detective appena uscito di galera.

Il libro ha una trama davvero avvincente. Come ho detto è il mio primo libro di questo autore e di questa serie di indagini e quindi più di un punto mi sono sfuggiti non avendo le basi per tirare i fili da sola. Le indagini sono molto complicate, si intrecciano tra loro creando anche un pò di confusione. I personaggi sono ben delineati, essendo il dodicesimo libro, ma anche curati sul lato psicologico e quindi è molto facile capirli. La prima metà del libro è  stata un pò difficile da leggere, era macchinosa, intricata e senza tanti colpi di scena....serviva tutto per entrare nella parte più attiva del romanzo. Devo dire che non è stato nemmeno troppo inquietante. La scelta era tra un suo libro e uno di King ma con quest'ultimo mi è andata male perchè erano da terrore puro.

Non posso esprimere pareri in generale sull'autore ma ho capito che all'interno dei suoi libri sono intrecciate più storie e anche molto corpose tra di loro e questo rende difficoltosa la lettura. Se qualcuno vuole leggerlo per me è un buon libro e sono sicura che sia anche meglio se letto in ordine, con tutti gli altri libri della serie in modo da avere le basi per tirare i fili degli intrecci dei personaggi da soli. Sicuramente leggerò altro di questo autore, non so se recupererò tutta la serie dall'inizio magari solo il primo e poi vedrò se mi ispira.

A presto 
Kris

11 luglio 2017

Recensione: Accadde a Natale di Sarah Morgan

Buongiorno readers e buona settimana! Oggi sono qui per parlarvi di un libro magnifico che mi è stato regalato da mia sorella per Natale e che io leggo solo adesso yeahhhh.


Questo inverno l’ex campione di sci, rubacuori e padre single ha solo una missione: far passare alla figlia Jess, il miglior Natale di sempre. Non si deve far distrarre dal fatto che Brienne si è traferita momentaneamente nel suo Chalet allo SnowCristalResort: è qualcosa che deve semplicemente ignorare. La loro è l’unica relazione che non ha mai rovinato, e non vuole di certo iniziare adesso.
L’addetta alle attività sportive, Brenna Daniels sa tutto sui rischi dell’amore non corrisposto, è innamorata di Tyler da anni. Ma vivere con lui è una tortura, come può concentrarsi ad essere solo sua amica, con lui che dorme nella stanza accanto? Così quando Tyler la bacia, all’improvviso la loro relazione cambia, e quello che lei ha sempre sognato è così vicino che lo può quasi toccare. Questo Natale le porterà il vissero felici e contenti che ha sempre sognato? 
 
Titolo: Accade a Natale

Serie: Fratelli O'Neil 3#


Autore: Sarah Morgan


Editore: Harpen Collins Italia


Genere: Romance Contemporaneo

Data di uscita: Novembre 2015
 Luogo:
Snow Crystal resort 



Io adoro Sarah Morgan, è una delle mie scrittrici preferite e infatti questa settimana ho acquistato il suo ultimo libro, appena uscito. Come sapete io ho letto questa trilogia durante il 2017 mentre tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017 avevo letto la trilogia di Puffin Island. Quindi ho letto prima la seconda e poi la prima trilogia di questa scrittrice e non vedo l'ora di iniziare la sua prossima saga, perchè sono più libri. 

Per la challenge Si gioca per leggere dovevo terminare un libro ambientato a Natale e la mia scelta è ricaduta subito su questo che aspettava da qualche mese. Questo libro è infatti il terzo e ultimo volume della serie sui fratelli O'Neil e i protagonisti sono già apparsi nei volumi precedenti. In questo capitolo conosceremo meglio Brenna e Tyler, migliori amici da una vita e chissà il futuro cosa riserverà loro. 

Tyler vuole trascorrere il più bel Natale della sua vita con la figlia Jess ma allo chalet di famiglia sarà presente anche Brenna, la sua più fatale distrazione. Brenna da sempre innamorata di lui vuole una storia d'amore con i fiocchi mentre lui non vuole rovinare il bellissimo rapporto che c'è tra loro. Una storia lunga, appassionante e piena di colpi di scena come solo Sarah Morgan ci ha abituati. 

Anche se l'inizio è un pò lentino, il romanzo poi acquista carattere e non delude il lettore, per un finale di serie davvero scoppiettante e all'altezza degli altri due. 

Ho letto due trilogie di Sarah Morgan e le ho amate alla follia, ho letto il prequiel della nuova saga e l'ho adorato, non resta che aspettare il secondo libro in Agosto e iniziare a leggere la nuova avventura, questa volta in centro città. Lo stile è frizzante, nonostante siano storie d'amore, magari anche di delusione e poi rinascita, non è mai troppo pesante leggere le sue storie perchè nessuno dei suoi protagonisti si piange troppo addosso. Sono sempre tutti estremamente positivi, che si aiutano a vicenda e non si lasciano abbattere dalle difficoltà...ecco perchè i suoi libri sono molto piacevoli da leggeri con queste storie che però si assomigliano sullo schema narrativo.

Ho visto moltissimi lettori che preferiscono aspettare di iniziare una nuova saga quando più o meno il materiale diventa corposo e reperibile. Troppo volte le saghe vengono interrotte o passano secoli, facendomi dimenticare tutto. L'HarperCollins Italia fortunatamente nel giro di un anno o due (se è una saga di 5 volumi) riesce a pubblicare un'intera serie e quindi fa felici molti lettori. Per questo ho deciso anche io di attendere almeno il secondo e in vista del terzo leggerò l'altra saga anche se non vedo l'ora perchè la Morgan ha una scrittura semplice, fluida e scorrevole che è davvero un piacere leggere. 

I romanzi della Morgan sono semplici storie d'amore, ben intrecciate tra più personaggi o gruppi di amici. Io la consiglio soprattutto da leggere sotto l'ombrellone, anche se i suoi romanzi sono tutti ambientati in inverno e a Natale. 

A presto 
Kris

08 luglio 2017

Recensione: L'arte di essere fragili di Alessandro D'Avenia


Buongiorno Readers e ben tornati qui sul blog! Oggi vi parlo di un romanzo che ho letto per la challenge ma di sicuro è un libro fuori dalla mia portata.

Leopardi è spesso frettolosamente liquidato come pessimista e sfortunato. Fu invece un giovane uomo affamato di vita e di infinito, capace di restare fedele alla propria vocazione poetica e di lottare per affermarla, nonostante l’indifferenza e perfino la derisione dei contemporanei. Nella sua vita e nei suoi versi, D’Avenia trova folgorazioni e provocazioni, nostalgia ed energia vitale. E ne trae lo spunto per rispondere ai tanti e cruciali interrogativi che da molti anni si sente rivolgere da ragazzi di ogni parte d’Italia, tutti alla ricerca di se stessi e di un senso profondo del vivere. Domande che sono poi le stesse dei personaggi leopardiani: Saffo e il pastore errante, Nerina e Silvia, Cristoforo Colombo e l’Islandese… Domande che non hanno risposte semplici, ma che, come una bussola, se non le tacitiamo possono orientare la nostra esistenza. La sfida è lanciata, e ci riguarda tutti: Leopardi ha trovato nella poesia la sua ragione di vita, e noi? Qual è la passione in grado di farci sentire vivi in ogni fase della nostra esistenza? Quale bellezza vogliamo manifestare nel mondo, per poter dire alla fine: nulla è andato sprecato? 
 
Titolo: L'arte di essere fragile
Serie: Auto conclusivo
Autore: Alessandro D'Avenia
Editore: Mondadori
Genere: Saggio
Pagine: 216
Pubblicazione: ottobre 2016

Mai letto un saggio e mai letto nulla di questo autore. Non ho messo la valutazione perchè non è corretto bocciare un libro che già sapevo non era di mio gusto. Il libro si presenta come una specie di dialogo, con un linguaggio articolato, troppo teorico e davvero difficile da seguire, ma vediamo meglio cosa ne penso.



Il libro si compone di quattro parti: l'adolescenza o arte di sperare, maturità o arte di morire, riparazione o arte di essere fragili e infine morire o arte di rinascere. In queste quattro parti l'autore parla dell'esistenza dell'uomo in generale ma anche di Leopardi durante ciascuna di queste fasi della sua vita, ma più ai testi che Leopardi compone che alle sue vicende personali.

L'autore mostra un Leopardi completamente diverso dall'uomo pessimista, triste e depresso che si studia al liceo. In realtà Leopardi vedeva le cose in una maniera completamente diversa ed essendo cose brutte per tutti era lui il pessimista. D'Avenia scrive a Leopardi in questa sorta di romanzo epistolare e non, non ha una propria e vera definizione secondo me. Il libro unisce il saggio, alle lettere, al diario, ai consigli per i giovani per affrontare al meglio la vita.

Di sicuro un libro che io non ho mai letto e penso non faccia al caso mio. Ci sono romanzi e romanzi, persone e persone. Io preferisco leggere per svagarmi e non pensare e quindi questo tipo di romanzi non fanno per me. Non perchè siano brutti sia chiaro, ma io li definisco mattonelle. Sono libri dove devi metterci la testa, capire, pensare e ragionare e io non ce la posso fare alla sera stanca morta. Per gli amanti del genere è sicuramente una perla unica perchè riconosco anche io la qualità di D'Avenia di scrivere per far riscoprire un autore passato alla storia per le qualità negative. D'Avenia ci fa scoprire un lato diverso, un Leopardi positivo e amante della vita.

L'autore è un professore e quindi è molto teorico, il libro si legge ma è molto pesante perchè abitualmente non legge questo stile e non gli piace nemmeno. Non riesco a parlare di un libro perchè non mi è piaciuto ma perchè già in partenza non era il mio genere e non perchè è brutto, scritto male o illeggibile. Spero che chi voglia leggere questo autore gli dia una possibilità a prescindere.

A presto 
Kris

07 luglio 2017

Recensione: La ragazza delle ciliegie di Laura Madeleine


Buongiorno readers!!! Questo mese mi va davvero di fortuna perchè moltissime challenge incrociate hanno più o meno gli stessi obiettivi e quindi sono contenta.

È il 1919 e la fine della Guerra non ha portato la pace sperata per Emeline Vane. Un segreto doloroso nascosto nelle pieghe di quegli anni di burrasca la tormenta, e le sembra che il suo cuore in pezzi non potrà ricomporsi mai più. Così, in un momento di disperazione, decide di abbandonare la sua famiglia ormai spezzata e di salire su un treno. Nessuno la rivede mai più. Cinquant'anni dopo, Bill Perch è un giovane avvocato al suo primo caso. Gli viene chiesto di provare la morte della signora Emeline Vane - unico modo perché i suoi due nipoti possano ereditare la tenuta nel Norfolk appartenuta alla zia, e disporne liberamente. Vogliono venderla a un'impresa che intende usare quel terreno per costruire degli edifici. È così che Bill si ritrova tra le mani un vecchio diario: quello che Emeline ha scritto negli anni precedenti la sua scomparsa. Davanti ai suoi occhi si dipanerà una storia di amore e tradimento - così avvincente che Bill decide di scoprire la verità, invece di inventarsi prove della morte di Emeline. Ma cos'é davvero accaduto a Emeline cinquant'anni prima?

Titolo: La ragazza delle ciliegie
Serie: Auto conclusivo
Autore: Laura Madeleine
Editore: Piemme
Genere: Storico/contemporaneo
Pagine: 331
Pubblicazione: giugno 2017
Luogo: Norfolk - Cerbère

 
Per due challenge dovevo leggere un libro ambientato durante la guerra e casualmente nelle nuove uscite mi è caduto l'occhio su questo libro. L'autrice l'ho conosciuta l'anno scorso quando il mio moroso un giorno è arrivato con un libro scelto da lui a sopresa e mi è piaciuto un sacco ritrovare il suo stile.

Come per il suo precedente romanzo, anche in questo ci sono due fili narrativi che si intrecciano. La protagonista del romanzo Emeline, ci racconta la sua vita nel 1919 durante la guerra e dal suo diario ci narra la fatica di vivere in quel periodo e tutto il suo malessere/depressione per aver perso tutta la famiglia a parte un fratellino e lo zio che vuole vendere l'unica casa che hanno. Un bel giorno Emeline sparisce nel nulla senza lasciare traccia.
Il protagonista maschile del romanzo è Bill, che nel presente cioè 1969, ci racconta la sua voglia di diventare un bravo avvocato. Le due storie si intrecciano perchè a Bill, capita il caso degli eredi della casa di Emeline che vogliono venderla ma una parte è ancora di proprietà proprio di Emeline, scomparsa senza lasciare traccia a parte quel famoso diario che Bill trova. Bill si ritroverà a leggere e cercherà di trarre le fila della vita di Emeline...

L'abilità della scrittrice nel tirare entrambi i fili tra presente e passato caratterizzano tutti i suoi romanzi ed è questa particolarità che rende ogni suo lavoro unico.Pensavo fosse una cosa pesante o che alla fine stancasse ma in realtà non è così. Sia il suo primo romanzo che questo sono davvero dei romanzi particolari e unici, delle perle da leggere sicuramente per staccarsi un pò dalle solite narrazioni e stili letterari abituali. Ecco un romanzo che mischia presente e storia è sicuramente più leggero da leggere per me che non amo gli storici. Li leggo ma intervallati così con momenti del presente li preferisco. Vi assicuro che non è difficile tenere le file di entrambe le storie. Io lo consiglio a tutti perchè ha uno stile elegante e carino rispetto ai soliti romanzi che leggo io.Speriamo scriva ancora e che mantenga sempre il doppio filo presente e passato perchè sono meravigliosi.

A presto 
Kris

04 luglio 2017

Recensione: Lo sapevi che i love you? di Estelle Maskane





Buongiorno readers!!! Oggi vi parlo di un libro che non riuscivo a finire mai mai mai. Sto parlando di un libro molto carino che ho trovato per caso.

Eden Munro, sedici anni, non ha nessuna voglia di trascorrere lʼestate con il padre a Santa Monica, in California. I suoi genitori sono divorziati, il padre si è risposato, e la ragazza deve fare amicizia con i tre figli della nuova moglie. Il maggiore è Tyler Bruce, un adolescente inquieto con un carattere forte e un ego smisurato. Frequentando Tyler e i suoi amici, per Eden inizia unʼavventura in un mondo sconosciuto, completamente diverso dal suo. La ragazza fa molta fatica a rapportarsi con il fratellastro, ma capisce che cʼè qualcosa di lui che le sfugge. E più cerca di scoprire la verità su Tyler, più ne rimane pericolosamente affascinata…
Tra segreti, bugie e passione, come farà Eden a tenere i suoi sentimenti sotto controllo?


 



Titolo: Lo sapevi che I love you?
Serie: DIMILY 1#
Autore: Estelle Maskame
Editore: Salani
Genere: Romance NA
Pagine: 408
Pubblicazione: maggio 2017
Luogo:Los Angeles

 

Quando ho terminato Paper Princess ero in crisi e girando sugli store per trovare qualcosa di simile, mi sono imbattuta in questo libro che non avevo mai visto nei blog vari. Leggendo l'anteprima me ne sono innamorata e ho deciso di comprarlo.

La storia è molto semplice e carina. Eden, diciassettenne di Portland, viene invitata da suo padre a trascorrere le vacanze estive a casa sua a Los Angeles con la sua nuova famiglia. Eden curiosa di cambiare aria e visitare Los Angeles, parte per due mesi, lasciando la madre a casa da sola. Il rapporto con suo padre è del tutto assente e nella casa nuova l'umore non è dei migliori. Ci sono 3 fratellastri di cui uno, più grande di un anno, Tyler, le darà del filo da torcere. Gli altri due fratelli sono per lo più troppo piccoli e quasi assenti. Ovviamente Eden si inserisce nel gruppo di amici di Tyler e insieme parteciperà a un sacco di feste e scoprirà il vero Tyler.


Il romanzo è nato su wattpad e quindi ci sono moltissimi capitoli per la classica puntata online. Il problema di questo libro è proprio questo. E' molto lento, quasi noioso perchè l'autrice racconta ogni singolo episodio che accade a Eden. Vi assicuro che il libro si legge tranquillamente e che il romanzo è fresco, frizzante e mai volgare. La protagonista è simpatica, è una ragazza che sa il fatto suo e con la testa sulle spalle. Il protagonista maschile è molto odioso, soprattutto all'inizio e questo mi ha rallentato parecchio. E' come vi dicevo un romanzo lento che conta più di 400 pagine, ma che si legge bene. Io non essendo entrata in empatia con il protagonista maschile e avendo un sacco da leggere, vedere che l'autrice scriveva anche episodi che non contavano nulla mi ha fatto perdere un pò la pazienza e quindi non avevo mai voglia di leggerlo, infatti ci ho messo quasi un mese per terminarlo.
E' un libro young adult e quindi adatto alle lettrici più giovani ma si fa leggere anche da quelle più grandi.


E' un mio errore perchè avendo tanto da leggere, non mi trovo bene a leggere mattoni perchè anche se mi piace tantissimo la storia, come in questo caso, il fatto di essere un romanzo lungo mi fa passare la voglia di leggerlo. La scrittrice infatti è giovanissima e la sua storia è diventata un vero fenomeno mondiale, tanto è vero che ho letto che ha lasciato la scuola per scrivere a tempo pieno. 

E' uscito il secondo libro di questa trilogia proprio questa settimana. Vorrei tanto leggerlo ma se penso che è lungo più di 400 pagine anche questo e che la scrittrice ci racconta anche quante volte va in bagno Eden...direi che rimando la lettura a un periodo un pò più tranquillo.

A presto 
Kris

01 luglio 2017

Recensione: Il tradimento di Elle Kennedy


Buongiorno readers! Oggi sono qui per parlarvi dell'ultimissimo libro che ho terminato e sto parlando del terzo libro della serie di Elle Kennedy con i quattro ragazzi della squadra di Hockey più sexy del mondo xD

Allie Hayes è in crisi. Dopo estenuanti tira e molla, la lunga storia con il suo ragazzo è giunta al capolinea. A peggiorare le cose c’è la preoccupazione per il futuro, visto che non ha la più pallida idea di ciò che farà dopo il college. Niente panico, Allie è una tipa tosta che sa reagire, anche se a modo suo. Una mattina, complice una serie di coincidenze e qualche bicchierino di troppo, si ritrova nel letto del playboy del campus. È stata solo una notte bollente da archiviare prima possibile? Lei ne è sicura, mentre non la pensa così Dean Di Laurentis, stella della squadra di hockey locale. Nella sua vita Dean è abituato ad avere – e a lasciare – le ragazze che vuole, senza rimpianti. E ora vuole lei, Allie, e farà di tutto per farle cambiare idea sul suo conto. Solo che a poco a poco a entrambi accade qualcosa di inaspettato che sconvolgerà le loro vite…



Titolo: Il tradimento
Serie: Off Campus Series #3
Autore: Elle Kennedy
Editore: Newton Compton
Genere: Sport Romance New adult
Pagine: 312
Pubblicazione: aprile 2017
Periodo: due semestri universitari 
Luogo: Briar University

Ultimo romanzo letto in ordine di tempo e niente...non vedo l'ora di tornare alla Briar per l'ultimo libro della serie uscito giusto ieri in ebook. Anche questo capitolo per ora c'è solo in ebook e l'ho letto tutto d'un fiato in un pomeriggio di tempesta per consolarmi...visto che il mio ordine mondadori è destinato ad arrivare a Natale e io ho comprato Paper Princess e non posso annullarlo perchè mi hanno già scalato i soldi!!!! 

Dopo aver conosciuto le prime due coppie, ovvero Hannah e Garret e Lucas e Grace, stavolta è il turno di Dean e la bella Allie. Dean è il terzo coinquilino che conosciamo del gruppo e dai due romanzi precedenti era venuto fuori come una persona molto superficiale ma soprattutto un dongiovanni con i fiocchi. In realtà è molto diverso e in questo romanzo ci sarà da ridere. Allie è la migliore amica di Hannah ed è l'opposto di Dean, lei non ha mai avuto avventure ma solo relazioni durature. L'ultima delle sue relazioni è terminata ancora da poco e il suo ex la tormenta per tornare ancora con lei. Allie e Dean sono due poli opposti che si attraggono, inizialmente si frequenteranno come amici con benefits e poi la loro relazione evolverà in qualcosa di più profondo. 

Come gli altri due libri anche in questo, i capitoli sono alternati in modo da permetterci di entrare meglio nella testa dei due protagonisti e capire i loro pensieri, i loro sogni e i loro tormenti. Lo stile della Kennedy è fresco e frizzante, ci sono scene in cui muori dal ridere e scene in cui, grazie a un evento tragico, rimarrai con le lacrime agli occhi. Non mi aspettavo qualcosa del genere ma meglio un finale così che qualcosa di scontato. Il titolo non so a cosa si riferisce, mentre il primo e il secondo avevano un senso con lo sbaglio di Lucas e il contratto di Garett con Hannah, questo proprio non me lo spiego. Si sa che ultimamente danno un pò i titoli a caso con queste copertine oscene. 

Quindi io consiglio a tutti questa serie dove si vede chiaramente la mano dietro a Paper Princess della Kennedy, questo è uno sport romance ambientato in un università con i fiocchi che nessun amante del genere dovrebbe lasciarsi sfuggire. Adesso mi manca solo l'ultimo volume e poi continuerò la saga di Paper Princess se il mio pacco arriverà, ma sicuramente questa donna entra nel mio poker di scrittrici preferite. 

A presto 
Kris 

Recensione: Lontano da te di Jennifer Armentrout

Buongiorno readers!!! Buon sabato e buon inizio luglio!! Oggi sono qui per parlarvi di un libro che mi ha fatto ridere da sola in giro mentre lo leggevo... è stato stupendo!


Ivy Morgan è una sopravvissuta. Rimasta orfana a diciotto anni, ha imparato in fretta cosa significa doversela cavare da sola e, adesso, non permette agli altri di avvicinarsi a lei, di entrare nella sua vita. Anche perché non vuole rischiare che le facciano troppe domande su come trascorre il suo tempo. Nessuno infatti deve sapere che i genitori erano affiliati a un antichissimo Ordine segreto e che, con la loro morte, è toccato a lei ereditare la loro missione…
Ren Owens è l'ultima persona al mondo per cui Ivy dovrebbe provare interesse; è impulsivo, imprevedibile, ed è troppo arrogante perfino per essere un membro dell'Élite, la sezione dell'Ordine cui vengono affidate le operazioni più rischiose. Eppure è come se Ren l’avesse stregata. Quando guarda i suoi profondi occhi verdi, Ivy sente di volere un destino diverso da quello cui è condannata: sente di volere… lui. E, per la prima volta, ha l'impressione di potersi davvero fidare. Almeno finché non intuisce che Ren le nasconde qualcosa, un segreto che potrebbe distruggere tutto ciò per cui lei ha lottato…


Titolo: Lontano da Te
Serie: A Wicked Saga 1#
Autore: Jennifer L. Armentrout
Editore: Nord
Genere: Urban Fantasy NA
Pagine: 352
Pubblicazione: maggio 2015
Luogo:  New Orleans 
Periodo: un paio di mesi

 



L’unico libro della Armentrout che non mi ispirava era proprio questo. E’ uscito nel 2015 ma la copertina non mi ispirava per nulla. Visto che da qualche mese è riscoppiato in me l’amore per questa scrittrice e visto che la Nord ha deciso di proseguire con la pubblicazione, mi sono decisa e ho comprato a scatola chiusa primo e secondo. Ho letto il primo e l’ho amato alla follia, il titolo e la cover ovviamente non c’entrano nulla. Il secondo libro mi aspetta sul comodino ma ho il terrore di leggerlo visto che il terzo e ultimo volume non è ancora stato pubblicato nemmeno in patria.
La storia è narrata dal punto di vista della protagonista Ivy, una giovane cacciatrice che viva a New Orleans ed è una cacciatrice di demoni. Di giorno è una studentessa universitaria mentre di notte si arma e gira tra la folla alla ricerca di queste terribili creature da ammazzare. La ragazza fa parte di un Ordine che è un po’ come la sua famiglia visto che i suoi genitori e quelli adottivi sono tutti morti. In città arriva un nuovo cacciatore, Ren, che ovviamente farà coppia con lei e la loro relazione cambierà con l’evolversi del libro ma non è così scontata visto il colpo di scena finale. Durante la lettura del libro avevo intuito un po’ la storia, cosa che non mi capita mai con gli urban fantasy della Armentrout ma l’ho comunque adorato. Il suo stile è semplice, frizzante e i suoi libri si leggono che è una meraviglia.
La parte migliore del libro è sicuramente l’ospite che vive a casa di Ivy è che lei tiene nascosto a tutti tranne a Ren e le scene tra i due sono al limite delle risate.  Io l’ho adorato e non vedo l’ora di leggere il secondo libro per sapere ancora di lui e delle sue avventure. Non mi ero mai divertita così tanto con un libro e mi sono decisa a volerlo anche io un compagno così.
La parte ni del libro è sicuramente il mondo fantasy che era troppo confusionario, soprattutto all’inizio e ho fatto un po’ di fatica a capire. La migliore amica della protagonista poi è di una tale antipatia…mai vista una cosa del genere…antipatica a pelle!
Il finale del libro è ovviamente un colpo al cuore e il secondo libro è già stato pubblicato quindi uno pensa di essere a posto, ma se poi finisce come il secondo e il terzo arriverà fra più di un anno come si fa? Meglio aspettare qualche mese ancora ed essere sicuri del suo arrivo in Italia in tempi ragionevoli se no come farò senza sapere che fine faranno i nostri amici?

Io amo alla follia questa scrittrice, ho recuperato tutte i suoi romanzi e me ne mancano solo sette da leggere, ma luglio è il suo mese e quindi li leggerò piano piano. Il 6 esce l'ultimo della serie Ti aspettavo e già l'ho preordinato. Ad agosto e in autunno usciranno gli ultimi due della serie Covenant e forse ho letto che arriva un autoconclusivo, non mi ricordo dove ho preso questa informazione. Comunque la Armentrout scrive davvero bene, anche se i suoi romanzi YA e NA sono semplici, riesce con la simpatia a catturare il lettore mentre quando scrive urban fantasy/paranormal romance è un portento....leggerei anche la sua lista della spesa.

A presto
Kris

30 giugno 2017

Recensione: Lo sbaglio di Elle Kennedy

Buongiorno readers! Oggi ultima recensione del mese programmata di un libro che ho terminato qualche giorno fa.

John Logan, tra i ragazzi più popolari dell’università, può avere qualsiasi ragazza. È una stella dell’hockey, ha fascino da vendere e nessuno ha il coraggio di negargli nulla. Ma dietro il suo sorriso assassino e quei modi di ragazzo sicuro di sé, si nasconde una crescente disperazione per quello che lo aspetta dopo la laurea. Una strada senza uscita e il progetto di una vita in cui non si riconosce. Un incontro sexy con la matricola Grace Ivers è la distrazione perfetta per non pensare al futuro, ma quando per un banale errore manda a monte la loro avventura, Logan decide che trascorrerà l’ultimo anno cercando di ottenere una seconda possibilità. Questa volta però le regole del gioco le detta lei, e non ci saranno concessioni né scorciatoie…



 

Titolo: Lo sbaglio
Serie: Off Campus Series #2
Autore: Elle Kennedy
Editore: Newton Compton
Genere: Sport Romance New adult
Pagine: 320
Pubblicazione: febbraio 2017
Periodo: due semestri universitari

 
Ho iniziato questa serie due mesi fa circa e me ne sono innamorata subito. Adoro i personaggi creati dalla Kennedy e aspettavo con ansia il cartaceo, pur avendo questo e il seguito già in ebook. L'ho letto e l'ho adorato come mi aspettavo che fosse. 

Il protagonista di questo romanzo è Lucas, il ragazzo che convive con Garret, il fantastico ragazzo che abbiamo incontrato nel primo libro. La storia di Lucas inizia proprio alla fine del secondo libro. Infatti incontriamo Lucas che per dimenticare Hannah e la cotta madornale che ha nei suoi confronti si ubriaca a tutte le feste in cui va e trova sempre una ragazza diversa con cui divertirsi ogni sera. Un giorno incontra Grace, una matricola al primo anno, che è il suo opposto. Grace odia uscire e andare alle feste e soprattutto non beve. Lucas commetterà uno sbaglio e per farsi perdonare dovrà impegnarsi molto ma alla fine riuscirà a capire cosa vuole il suo cuore e farà la scelta giusta. 

La serie è composta da quattro libri, uno per ogni abitante dell'appartamento che condividono i quattro ragazzi. Sono tutti atleti della squadra di Hockey dell'università e dopo aver conosciuto Garret nel primo libro, che rimane il più simpatico, con questo secondo libro conosciamo il suo migliore amico. Il libro è sempre narrato a voci alterne e questo permette al lettore di capire meglio i protagonisti e i loro sentimenti. 

La scrittura della Kennedy è scorrevole, i suoi libri si divorano letteralmente. Sono romanzi freschi e frizzanti adatti per questo periodo, magari da leggere in vacanza. Il romanzo è un New Adult/Romance Sport e inizio ad adorare questo abbinamento. Io lo consiglio a chi vuole leggere un romanzo senza troppe aspettative ma vi consiglio di leggere l'intera serie dal primo volume, in modo da non avere spoiler.
Proprio ieri è uscito l'ultimo volume della serie in ebook e io non vedo l'ora che lo pubblichino in cartaceo con il terzo. Visto che costano meno di dieci euro preferisco leggerli in cartaceo così poi posso ammirarli sulla mia libreria tutti insieme e rileggerli quando ne ho voglia. 

A presto 
Kris

29 giugno 2017

Recensione: Bad Boy di Blaire Holden

Buongiorno readers!!! Freddo e the caldo...il tempo perfetto dopo il caldo mostruoso dei giorni scorsi, solo che al posto dell'insonnia sono caduta in letargo....ho sempre sonno.Vorrei sclerare con voi per via della Mondadori. Avevo preordinato Paper Prince e altri due libri, quello che usciva ieri era già pronto e gli altri, che erano già usciti, ci hanno messo mesi a reperirli e ora? Il pacco è in partenza da tre giorni ma non parte...che scleroooooooo...ma avevo un buono di 10 euro....vuoi buttarlo via?!

 Tessa O'Connell ha diciotto anni e sta per iniziare l'ultimo anno di superiori, l'ultimo anno del suo inferno personale. Il suo piano per sopravvivere è molto semplice: passare inosservata e continuare ad ammirare a distanza l'oggetto dei suoi desideri, Jay Stone, nella remota speranza che lui un giorno ricambi il suo amore. Ma il ritorno in città del fratellastro di Jay, Cole, manda all'aria tutto. Perché Cole, fin da quando erano bambini, ha sempre fatto di tutto per tormentare Tessa e renderle la vita impossibile. Eppure il ragazzo di adesso è molto diverso dal bullo di allora...




Titolo: Bad Boy
Serie: Bad Boy 1#
Autore: Blaire Holden
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Romance YA
Pagine: 384
Pubblicazione: luglio 2016

 

Inizialmente ho schifato totalmente questa serie, senza un vero motivo particolare ma ricordo che l'estate scorsa non volevo nemmeno leggere la trama. Poi quest'inverno ho visto una recensione contagiosa e nulla mi sono decisa a prenderla tutta su libraccio. Ovviamente 10 giorni dopo è uscita in versione tascabile ma è sempre così... la sfiga è dietro l'angolo. Quest'autunno o forse in agosto, non ricordo ma su amazon trovate la data uscirà il quarto volume della serie, ma non so se è il terzo diviso in due come capita spesso qui da noi, visto che è molto ma molto meno spesso rispetto ai primi due volumi.

La protagonista di questo romanzo è Tessa, una ragazza diciassettenne che si appresta ad iniziare il suo ultimo anno al liceo. Tessa una volta era una ragazzina in sovrappeso e per questo la sua migliore amica Nicole, le ha voltato le spalle rubandole l'unico ragazzo che Tessa abbia mai amato. Tessa delusa ha poi perso più di 20 kg nel corso di un'estate ed è tornata a scuola e si è rifatta delle nuove amiche. Prima dell'inizio dell'ultimo anno però una tragedia ricapita nella vita di Tessa, ovvero torna in città Cole. Cole è il fratellastro di Jay, il ragazzo che Tessa ama da una vita. Cole è un vero incubo per Tessa, visto che prima di partire le aveva fatto di tutto, essendo il suo bullo personale. Cole tormentava Tessa per via del suo peso e ora che è tornato Tessa ha il terrore. Il piano di Tessa è quello di passare l'ultimo anno il più tranquillamente possibile, rendendosi invisibile e non facendosi notare da nessuno. I suoi piani andranno però subito in fumo....

Il romanzo mi è piaciuto perchè è una storia dolcissima e mi ha riportato indietro nel tempo ai giorni del liceo. Questo libro, seppur nato su wattpad, è scritto bene, scorrevole e la scrittrice giovanissima si è impegnata molto. Il libro è adatto alle giovanissime perchè non ci sono scene troppo hot ma soprattutto non c'è il solito linguaggio scurrile e volgare tipico di questi romanzi.
So che sono romanzi fiction e quindi leggeri e non troppo impegnativi, ma a me piacciono tanto e mi permettono di staccare la testa dai mille problemi della vita quotidiana quindi continuerò a leggere romanzi di questo tipo anche se molti li criticano o li schifano ancora prima di leggerli. Ogni libro va preso per quello che è, senza troppe aspettative. C'è chi adora leggere saggi e mattoni e chi, come me, romanzi più leggeri per staccare completamente la testa, ma non per questo io critico o boccio un libro di un genere che non mi piace, come tantissimi hanno fatto di questo libro.

Scusate lo sfogo, ma ci sono un sacco di persone che bocciano i libri solo perchè leggeri e un pò superficiali. E' comunque fiction... quindi uno può scrivere quello che vuole. Sta a noi decidere se leggerlo o meno. Ho già il secondo libro e il terzo pronti da leggere e non vedo l'ora, solo che ultimamente sono in una fase di alti e bassi e la voglia di leggere a volte non arriva... speriamo passi questa settimana e che con i nuovi obiettivi delle challenge mi ritorni la voglia di leggere.

A presto 
Kris 
 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang